La mia Francigena di Luigi Ambrosino

La mia Francigena da Siena Roma 12 giorni 280 Km

2

Corre a 300 Km all’ora il treno che mi riporta a casa. Il paesaggio scorre troppo veloce e non hai il tempo per gustartelo come quando cammini a piedi!

Rivedo le stesse colline che ho percorso a piedi dove 1 solo km erano circa 15 minuti di paesaggio, riflessioni, fatica e felicità. Ripercorro con i pensieri il mio cammino sulla Via Francigena da Siena a Roma.280 km di natura, paesini indimenticabili, persone fantastiche incontrate lungo i sentieri.I momenti difficili, faticosi la pioggia le salite.

I bei momenti di arrivo della tappa del giorno dove potevi concederti una doccia una birra e riposare. Chi ha provato a fare un cammino sa di cosa parlo e le sensazioni che si provano.

Percorrere tanto Km a piedi, spesso da soli con i proprio pensieri è una condizione che è difficile trovare in un'altra situazione ai giorni nostri. Sentire le sole esigenze basilari del vivere: Bere, mangiare, dormire una cosa a cui non siamo più abituatati. Avere poi la voglia di parlare con qualcuno a fine tappa, magari in un bar o in un ristorante proprio per il piacere di socializzare con qualcuno dopo tanta solitudine e qualunque argomento può andar bene. Scoprire così il mondo e le persone che ci vivono in una maniera completamente diversa da come siamo abituati.

1

Chilometri di strada di libertà, leggerezza, viaggio interiore alla scoperta di sé, alla conoscenza di un’Italia ’minore’. Cioè di quei meravigliosi borghi, castelli, luoghi romantici, del nostro paese, che altrimenti non si conoscerebbero.Sulla Via Francigena ci sono pellegrini francesi, inglesi, russi, spagnoli. Ma anche molto italiani. Non è solamente un pellegrinaggio verso Roma, ma un viaggio alla scoperta del nostro Paese, con la sua storia, l’arte e la natura che ne compongono un mosaico unico.

3

Si attraversano montagne, vallate, distese di pianura, si incrociano fiumi e laghi, si vistano borghi e città.La giornata per i camminatori inizia presto alle 6 con le prime luci dell’alba si è già in strada per evitare le ore più calde. La media è di circa 4-5 Km/orari e dopo una ventina di Km. la giornata si conclude. Durante il viaggio ci sono gli incontri, le condivisioni con altri pellegrini, i momenti di silenzio e di contatto con la natura, l’ascolto del proprio io.

Poi si arriva alla struttura che accoglie i Pellegrini. Si dorme in Conventi, strutture religiose, ostelli, b&b o case di privati.Dopo aver fatto il cammino di Santiago completo, via Francese, qualche anno fa avevo voglia di vedere la Via Francigena questo nostro cammino Italiano. Pensavo fosse poco indicato, poche strutture ricettive invece sono rimasto positivamente colpito prima di tutto dalla bellezza dei posti tra Toscana e Lazio il cibo squisito e le tante indicazioni lungo il percorso che non mi hanno mai messo in condizioni di perdermi.

Le strutture ricettive poi sono tante. Conventi, b&b , case private e Ostelli.Una volta fatto un cammino si diventa dipendenti da questa voglia di muoversi, di scoprire il mondo lentamente, di avere come unica esigenza le cose essenziali della vita. Mangiare bere e dormire.

C’era un monumento sul cammino che diceva camminare, guardare e sentire. Ecco in queste 3 fasi è racchiuso il senso di un cammino.La via Francigena da Siena a Roma offre dei paesaggi bellissimi, un buon cibo e tantissimi borghi con gente molto disponibile verso i pellegrini.Queste le mie 12 Tappe. Da Siena a Roma per un totale di circa 280 km.

1. SIENA – PONTE D’ARBIA 25,7 Km (Sabato 20/04/2019)

2. PONTE D’ARBIA – SAN QUIRICO D’ORCIA 26,2 Km (Domenica 21/04/2019)

3. SAN QUIRICO D’ORCIA – RADICOFANI 32,6 Km (Lunedì 22/04/2019)

4. RADICOFANI – ACQUAPENDENTE 23,9 Km (Martedì 23/04/2018)

5. ACQUAPENDENTE – BOLSENA 23,0 Km (Mercoledì 24/04/2019)

6. BOLSENA – MONTEFIASCONE 18,3 Km (Giovedì 25/04/2019)

7. MONTEFIASCONE – VITERBO 18,0 Km (Venerdì 26/04/2019)

8. VITERBO – VETRALLA 18,4 Km (Sabato 27/04/2019)

9. VETRALLA – SUTRI 24,0 Km (Domenica 28/04/2019)

10. SUTRI – CAMPAGNANO 27,2 Km (Lunedi 29/04/2019)

11. CAMPAGNANO – LA STORTA 22,4 Km (Martedì 30/04/2019)

12. LA STORTA – ROMA – VATICANO 19,3 Km (Mercoledì 01/05/2019)

7

4

5

 

Al ritorno di un cammino non si è più gli stessi. Già il ricordo del cammino stesso ti ha cambiato.Due parole riecheggiano pensando al cammino Libertà e Lentezza. Non è poco perché nella vita di tutti giorni queste cose sono fortemente condizionate da tanti fattori.. Inoltre si vive una dimensione con il cammino, per tanti giorni, il corpo, la mente e l’anima entrano in una stretta sintonia. Si ascolta e si vive una esperienza nuova che permette di tenere in collegamento il ‘dentro’ con il ‘fuori’. L’incontro, l’ascolto, l’accoglienza dell’altro diventano parte integrante dell’esperienza.

6

L'arrivo in San Pietro

Buon Cammino

Commenti  

#2 Cantello Gianpaolo 2019-05-10 16:33
Grande Ambro
#1 Burdisso Gabriele 2019-05-08 16:59
Bravo Luigi!

Effettua il login per poter scrivere un commento